Il  progetto  "Le Virgiliane"  a  cura  del  Prof.  Paolo  Levi

Il progetto " Le Virgiliane" a cura del Prof. Paolo Levi e' una mirata selezione di venti artisti contemporanei scelti per il tema " Le stagioni della Vita " nel contesto delle Bucoliche di Virgilio.
Il progetto " Virgiliana" propone di accompagnare i versi dell'Eneide e delle Bucoliche di Virgilio con le rivelazioni poetiche di alcuni artisti contemporanei le cui composizioni pittoriche sono accostabili ai sentimenti lirici di Virgilio , e  percorrono con il loro lavoro le tappe di un difficile viaggio interiore alla ricerca della bellezza.
La poetica della Quinta Egloga veicola un forte messaggio di sentimenti quali:  ENERGIA,  MALINCONIA,  RIFLESSIONE, TRANQUILLITA'.
Tre maestri storici quali Giovanni Segantini, Umberto Boccioni e Piet Mondrian hanno in passato ottimamente interpretato in alcune loro opere questi sentimenti.
Il progetto del Prof. Paolo Levi , che si avvale della collaborazione della Dott.ssa Irene Basili e condiviso dalla San Giorgio Arte sul cui sito sono visibili le opere degli artisti prescelti, si propone di promuovere al meglio la creativita' di questo selezionato numero di artisti contemporanei ai quali viene riconosciuta la capacita' di trasmettere messaggi dalle evidenti radici poetiche in chiave culturale..
Sono quindi estremamente onorato di essere stato scelto dal Prof. Paolo Levi, critico e storico dell'arte tra i piu' importanti del nostro Paese, di far parte di questa mirata selezione di artisti con quattro opere che troverete qui sotto riprodotte unitamente al testo critico del Prof.  Levi che le accompagna.
Opere e testi critici saranno visibili sul sito della San Giorgio Arte,  importante societa' di divulgazione culturale e commerciale, sul link  "Paolo  Levi  Le  Virgiliane".
Roberto Cardone
 

le quattro opere

ENERGIA - CROMATISMI ESISTENZIALI
Cromatismi esistenziali e' titolo parziale di questa talentuosa composizione di Roberto Cardone. In questa narrazione figurale di pescatori al lavoro l'artista si esprime nella sua inimitabile sigla espressiva. Una stesura lievissima, trasparente, essenziale e poetica che ritroviamo ovunque nei suoi lavori. La tematica del mare - il suo Adriatico di Grado - e' presenza costante nella sua anima e nella sua pittura, qui coniugata nella quotidianita' della fatica. Nell'assoluta padronanza del loro mestiere, questi pescatori celebrano un rituale antichissimo, una sorta di preghiera alla natura perche' sia benigna e generosa.

MALINCONIA - ALLE SOGLIE DEL TEMPO
Alle soglie del tempo e' il titolo significativo di questa mirabile visione poetica.
Roberto Cardone, sapiente maestro di pittura, e' qui efficace narratore del mare in bonaccia. Una barca vuota, ferma e in attesa sotto un cielo forse minaccioso. L'assenza dell'uomo e' qui enigma figurale, forse l'annuncio triste di qualche evento trascorso, o presagio di eventi inconoscibili. La purezza e l'essenzialita' sono i valori toccanti di questa opera silente; sono i riflessi di un monologo interiore, che non ha bisogno di parole, ma solo dell'azzurro che svapora in un biancore luminoso.

RIFLESSIONE - IN CAMMINO
In cammino, ripreso di spalle, con la testa rivolta al mare, reggendo una bicicletta. Dove e' diretto? Da dove viene? Cosa pensa? Non e' tanto importante saperlo, quanto chiederselo. Un interrogativo che Roberto Cardone insinua nella nostra coscienza, un avvertimento forse. Comunque un suadente esercizio di stile, in bilico fra presenza e assenza, fra pittura naturalista e narrazione metafisica.

TRANQUILLITA' - RICORDI DI MARE
In questo Ricordi di mare Roberto Cardone focalizza con inusitata energia cromatica un paio di calzettoni rossi. Li indossa un uomo anziano, in tranquillo riposo, guardando da terra il suo compagno di pesca ancora attivo sulla barca ormeggiata. Ma forse non guarda nessuno, se non se stesso, ovvero il suo alter ego interiore in una dimensione onirica. Come di consueto nella poetica di Cardone, lo spazio pittorico e' pervaso di luce, ma le due figure ritratte - significativamente - non proiettano alcuna ombra.



ascolta in sottofondo LAGUNA ADDORMENTATA (al sax Luciano Farina)

  • Segnala questa pagina a un amico: